Luigi Scarpa

Logo Civitella50In occasione della celebrazione del cinquantenario dello scavo archeologico nel 2017 è stata prodotta una serie di cinque poster dedicati all’area archeologica per la presentazione dell’area alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Pestum. In quella occasione è stato presentato anche il Bronzetto italico da  poco riconosciuto e pubblicato dal prof. De Magistris come la più antica testimonianza lucana nel territorio di Elea-Velia, ritrovato , agli inizi del novecento, nei pressi del passo orientale della Civitella ed attribuito a rituali domestici di protezione.

Leggi ->

Il sito archeologico è raggiungibile in auto partendo da Pellare o anche da Moio, l’ascesa della collina è possibile anche a piedi seguendo il sentiero “Frassati” che partendo dalla località Madonna del Carmine raggiunge l’area archeologica in corrispondenza della ‘Porta Sud’ attraversando tutto il castagneto sul versante Sud – Ovest  della collina.
L’area archeologica  è  liberamente accessibile in ogni periodo dell’anno. La mappa qui allegata è  orientata prevalentemente ad un uso  turistico, sono messe a disposizione altre mappe a carattere tecnico e tematico nella sezione Cartografia. E’ consigliato  seguire il percorso di visita indicato;  alcune parti del sito sono di difficile accessibilità pur presenti  sentieri di accesso  risultano impraticabili soprattutto nei periodi di massima vegetazione. Si ricorda che l’area è sottoposta a vincolo archeologico e pertanto è vietata l’asportazione di qualsiasi tipo di materiale presente sul terreno.

Per info  info@parcodellacivitella.it

Leggi ->